Connect with us

Italia

Furlan (Pd): “Primocanale dà spazio anche alle forze sociali”

Pubblicato

su

Continuano ad arrivare le reazioni al nostro articolo in risposta alle parole del consigliere regionale Ferruccio Sansa, che invitava i politici di centrosinistra a non partecipare alle trasmissioni di Primocanale (LEGGI QUI). Questo il testo arrivato  da Annamaria Furlan, senatrice PD già segretaria nazionale CISL

“Le televisioni locali sono da sempre un veicolo di informazione e di confronto prezioso per i cittadini, uno strumento popolare di partecipazione che deve essere tutelato e sostenuto. Dopo anni di presenza e sperimentazione molte hanno raggiunto livelli di qualità e di fruibilità importanti, non solo grazie all’avanzamento tecnologico ma anche grazie all’investimento sulla professionalità degli operatori.
Una di queste è sicuramente Primocanale, che da anni fornisce una puntuale informazione attraverso spazi di confronto assolutamente pluralisti. Non solo ai partiti politici e alle associazioni, ma anche alle parti sociali e alle tante espressioni della società civile di cui è ricca la nostra Regione. Non posso qui non ricordare il suo ruolo informativo nei tragici giorni del G8, attraverso un continuo servizio – minuto per minuto – che ha consentito a tutti i cittadini italiani di essere informati su avvenimenti che hanno segnato la storia del Paese. Lo stesso ruolo svolto da Primocanale durante la tragedia del Ponte Morandi. L’attenzione verso le molte crisi industriali ed economiche che hanno attraversato la nostra Regione – penso a Ilva, ad Ansaldo e al porto di Genova – ha visto una professionalità informativa ed una presenza caratterizzata anche da un sincero coinvolgimento per la vita degli uomini e delle donne della Liguria.
Voglio ringraziare per questo prezioso lavoro tutte e tutti coloro che ogni giorno lavorano con competenza e con dedizione nelle nostre tv territoriali ma anche chi lavora ‘dietro le quinte’, offrendo strumenti di conoscenza diffusa, democratica e puntuale. Nella mia vita prima sindacale e poi ho partecipato a tante trasmissioni di Primocanale e sarò contenta e grata di poterlo fare ancora in futuro”.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Italia

Sondaggio: centrosinistra al 52%, centrodestra al 48%

Pubblicato

su

By

Dopo aver reso noti nei giorni scorsi quelli relativi alle due aree, (LEGGI QUI) e (LEGGI QUI) oggi riveliamo l’esito del sondaggio forse più atteso. In attesa di capire quando si andrà al voto per le Regionali, abbiamo chiesto ai cittadini della Liguria quale coalizione oggi voterebbe: quella di centrosinistra o quella di centrodestra?

Il 52% degli intervistati sceglierebbe il centrosinistra, mentre il 48% il centrodestra. Alta, 39%, la percentuale degli astenuti o indecisi.

“In assenza di candidati, in una situazione politica difficile, questo è il risultato della domanda posta l’11 e il 12 luglio a un campione di elettori residenti in Liguria – commenta l’esperto di dinamiche elettorali Luca Sabatini, dell’Università di Genova  Un risultato che non sorprende affatto. D’altronde, considerando Renzi e Calenda più affini al centrosinistra, la somma dei risultati dei partiti alle elezioni europee portava più o meno a questo risultato.
Tecné poi, nella nota metodologica, parla anche di errore campionario del 4% (in più o in meno) che “potrebbe confermare o ribaltare la classifica” (come direbbe lo chef Borghese), ma in realtà gli elementi in grado di sparigliare le carte in tavola sono altri.
Il primo è rappresentato dalle liste civiche, la cui dimensione può diventare estremamente significativa e cambiare (in tutto o in parte) gli equilibri. Il secondo elemento riguarderà, invece, l’individuazione del candidato. L’identikit che emerge dal ritratto fatto dagli intervistati non ha un genere predefinito (uomo o donna fa lo stesso) o una particolare età ma deve conoscere il territorio ed essere esponente della società civile. Ed ecco che il mosaico delle preferenze degli elettori risulta essere più o meno delineato. Ai partiti, ora, l’ardua sentenza”.

Ma le domande che abbiamo commissionato a Tecnè non si fermano qui. Domani, sempre alle 18.15, capiremo se le vicende giudiziarie stanno danneggiando oppure no la nostra regione, mentre venerdì alle 14 il giudizio sull’operato di Primocanale e de Il Secolo XIX. Lunedì prossimo scopriremo invece i giudizi sul lavoro di Giovanni Toti e del sindaco di Genova Marco Bucci.

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Italia

Cupra Born VZ, prezzo e caratteristiche della elettrica da 326 cv

Pubblicato

su

By

Anche 545 Nm di coppia, per raggiungere i 100 km/h in 5,6 secondi e aumentare la velocità massima a 200 km/h

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Italia

Suzuki, la strategia tecnologica fino al 2034

Pubblicato

su

By

Ridurrà il consumo di energia dalla produzione al riciclaggio, puntando a emissioni zero di carbonio

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Tendenza